• News

Decreto fiscale: rottamazione cartelle Ter

Per chi ha delle cartelle da pagare, ma non rientra nei criteri per il ‘saldo e lo stralcio’, arriva una versione ‘ter’ della rottamazione. La cartella si potrà pagare senza sanzioni e interessi con 10 rate spalmate in 5 anni. Questo rende la nuova sanatoria più conveniente delle vecchie rottamazioni. Vale anche per chi ha aderito alla rottamazione bis, che però dovrà versare le rate previste per quest’anno e potrà diluire quelle da pagare nel 2019.

Decreto fiscale: chiusura liti pendenti

Obiettivo di questa misura: smaltire il contenzioso nelle commissioni tributarie, consentendo al contribuente di ridurre quanto dovuto. In particolare è previsto che il contribuente possa pagare solo il 20% del dovuto, chiudendo subito la causa con il fisco, se ha vinto in secondo grado o dimezzare il dovuto in caso di vittoria in primo grado.

Decreto fiscale: sanatoria flash

Ci sono anche le sanatorie flashquella che permettono di mettersi in regola da subito per chi, dopo un controllo, ha ricevuto un verbale di constatazione. Bisognerà in questo caso ripresentare la dichiarazione, senza pagare sanzioni e interessi. Niente sanzioni e interessi anche per gli avvisi di accertamento, di rettifica, di liquidazione o per gli atti di recupero notificati entro l’entrata in vigore del decreto legge, ma a patto che non siano stati contestati. Per aderire a quest’ultima sanatoria bisognerà essere veloci e fare domanda entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto.

Decreto fiscale: investimenti e fondo di garanzia per le Pmi

Nella sezione dedicata agli “interventi finanziari urgenti”, il decreto autorizza una spesa di 600 milioni nel 2018 per gli investimenti sulla rete di Ferrovie dello Stato. Altri 735 milioni sono stanziati a favore del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese (Pmi).

Decreto fiscale: proroga della cassa integrazione straordinaria

Si prevede la proroga di 12 mesi per la cassa integrazione straordinaria nelle aree di crisi e scompare la soglia minima di 100 lavoratori per usufruire della cig straordinaria. La proroga è autorizzata anche per le imprese che hanno stipulato contratti di solidarietà qualora permanga, anche solo parzialmente, l’esubero di personale già dichiarato negli accordi di solidarietà.

Decreto fiscale: lo scontrino diventa digitale

Diventa obbligatoria la trasmissione e la memorizzazione telematica degli scontrini a partire dal primo gennaio 2020. Sempre al primo gennaio 2020 è rinviata la lotteria antievasione altrimenti al via nel 2019. Vengono ridotte, inoltre, le sanzioni per i ritardi sulla fatturazione elettronica.

Decreto fiscale: tagli ai Ministeri

Sforbiciata in vista nei Ministeri. Circa 600 milioni di tagli ai ministeri nel 2018 per finanziare le misure previste dal decreto fiscale collegato alla manovra. In totale la sforbiciata per i ministeri è di 589,2 milioni: quasi 470 milioni a carico del Ministero dell’Economia, 29 milioni di tagli per l’Istruzione e la Ricerca, 24 milioni di dotazioni in meno per il Lavoro, 17 per l’Interno, 14 per la Difesa. A contribuire di meno il Mise con 9 milioni e la Giustizia con 11 milioni.

Decreto Fiscale: il testo pubblicato in Gazzetta ufficiale

Il testo è composto da 27 articoli divisi in due Titoli e tre Capi:

Titolo I – DISPOSIZIONI IN MATERIA FISCALE

Capo I – Disposizioni in materia di pacificazione fiscale

Art. 1 – Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione

Art. 2 – Definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento

Art. 3 – Definizione  agevolata  dei carichi affidati all’agente della riscossione

Art. 4 – Stralcio dei debiti fino a mille euro affidati agli  agenti della riscossione dal 2000 al 2010

Art. 5 – Definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione a titolo di risorse proprie dell’Unione europea

Art. 6 – Definizione agevolata delle controversie tributarie

Art. 7 – Regolarizzazione con versamento volontario di periodi d’imposta precedenti

Art. 8 – Definizione agevolata delle imposte di consumo dovute ai sensi dell’articolo 62-quater, commi 1 e 1-bis, del decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504

Art. 9- Disposizioni in materia di dichiarazione integrativa speciale

Capo II – Disposizioni in materia di semplificazione fiscale e di innovazione del processo tributario

Art. 10 – Disposizioni  di  semplificazione per  l’avvio della fatturazione elettronica

Art. 11 –  Disposizioni di semplificazione in tema di emissione delle fatture

Art. 12 – Disposizioni di semplificazione in tema di annotazione delle  fatture emesse

Art. 13 – Disposizioni  di semplificazione in tema di registrazione degli acquisti

Art. 14 – Semplificazioni in tema di detrazione dell’IVA

Art. 15 – Disposizione di coordinamento in tema di fatturazione elettronica

Art. 16 – Giustizia tributaria digitale

Capo III – Altre disposizioni fiscali

Art. 17 – Obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi

Art. 18- Rinvio lotteria dei corrispettivi

Art. 19 – Disposizioni in materia di accisa

Art. 20 – Estensione dell’istituto del gruppo IVA ai Gruppi Bancari Cooperativi

Titolo II – DISPOSIZIONI FINANZIARIE URGENTI

Art. 21- Ferrovie dello Stato

Art. 22 – Fondo garanzia e FSC

Art. 23 – Autotrasporto

Art. 24 –  Missioni internazionali di pace

Art. 25 – Disposizioni  in  materia  di  CIGS  per riorganizzazione o crisi aziendale

Art. 26 – Disposizioni finanziarie

 

Scarica qui il Testo del Decreto Fiscale

Decreto fiscale 2019

A seguito dell’entrata in vigore del Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (Reg. UE 2016/679 - GDPR), in coerenza con l’attenzione che da sempre riserviamo alla tutela dei Vostri dati personali, abbiamo aggiornato i nostri protocolli in materia di dati personali e di cookie policy. Vi invitiamo a prenderne visione. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi